Formazione Soft Skills


Il coaching è uno strumento operativo che aiuta a mettere in atto comportamenti nuovi rispetto a quelli fatti fino ad ora.
Chi si rivolge a me ha bisogno di sviluppare capacità nuove, di cambiare alcuni schemi mentali non produttivi, di attingere a risorse più efficaci. Spesso non riguarda solo la singola persona ma anche il team che lavora con lei.
La mia soluzione è un intervento di formazione studiato ad hoc per sviluppare nuove competenze (soft skills).Ecco alcuni esempi di soft skills su cui ho lavorato:
Leadership personale
Stile di comunicazione
Imparare a lavorare in team
Gestione i conflitti
Comunicazione persuasiva
Capacità relazionali
Gestione dello stress
Autostima
Come si costruisce il mio intervento formativo? Dopo un’incontro preliminare con chi si rivolge a me per far ottenere al team e all’azienda il risultato prefissato.
Durante questo incontro si fa un check della situazione attuale e un’analisi degli obiettivi che si vorrebbero raggiungere: il mio compito è quello di individuare le lacune e riempirle con nuovi comportamenti e competenze.

Business coaching


Alcuni temi trattati nel Business Coaching:
  • cambiamenti organizzativi (dallo stato attuale – allo stato futuro desiderato, definito e misurabile)
  • cambiamenti di livello/ruolo all’interno dell’azienda
  • migliorare i propri punti di forza
  • nuovi inserimenti in azienda
  • gestione dei collaboratori
  • corsi di formazione (motivazione, comunicazione, vendita e crescita personale)
  • problem solving
  • gestione del tempo

Team Coaching


I team sono formati da uomini, con le proprie opinioni, emozioni, traguardi… l’interazione per il raggiungimento di obiettivi comuni può essere messa in difficoltà se non viene adeguatamente gestita con lo scopo di condividere le singole potenzialità per far nascere “un team ad elevata iniziativa” allineati e rivolti agli obiettivi aziendali.
In futuro, la fonte dei compimenti umani non sarà rappresentata da individui straordinari ma da straordinarie combinazioni di persone.”
(Robert Hargrove)